demone del mare

il pesce fanfi è chiamato il demone del mare per il suo aspetto terribile

In precedenza abbiamo scritto di un pesce molto strano che vive nelle profondità del mare noto come rana pescatrice. Oggi torniamo con un altro pesce raro da aggiungere alla nostra lista di pesci rari.

Si tratta del pesce Fanfin o anche conosciuto come il demone del mare. Questo pesce, come la rana pescatrice, poiché sono dello stesso ordine, vive nelle profondità del mare, più o meno circa 1.000 metri (raggiungendo una profondità di 3.000 metri), che appartiene alla famiglia Caulophrynidae e all'ordine di lofiformi e cosa può arrivare a misurare fino a 25 cm senza contare sui suoi grandi filamenti e antenne. Vuoi saperne di più su questo strano pesce?

Fanfin pesce o demone marino

il pesce fanfi vive in profondità da 1000 a 3000 metri di profondità

I pesci d'alto mare sono strani e con morfologie poco comuni in acque poco profonde perché devono adattarsi a luoghi in cui non c'è quasi o non c'è luce solare incidente. I grossi filamenti e le antenne servono al pesce per potersi muovere nei luoghi delle profondità abissali senza bisogno di luce.

È chiamato un demone del mare a causa del suo aspetto spaventoso. Come la rana pescatrice, il pesce Fanfin ha un aspetto piuttosto ostile e anche pericoloso. Si potrebbe dire che è piuttosto un prepotente dalle profondità abissali.

Questo pesce si caratterizza per essere parte di le rane pescatrici. Questi pesci sono quelli che si caratterizzano per essere pelagici e bentonici. Vale a dire, sono pesci che sono in grado di vivere non molto lontano dalla superficie e, a loro volta, vivono anche in profondità.

Caratteristiche del pesce Fanfin

Il pesce fanfin appartiene alla famiglia Caulophrynidae

I pesci fanfin sono grandi predatori marini e abitano le profondità degli oceani Pacifico, Indiano e Atlantico. Per poter cacciare la sua preda ha pre un organo bioluminescente da usare come esca. Come la rana pescatrice, questo organo nasce come risultato di una simbiosi con batteri in grado di sintetizzare composti chimici che generano bioluminescenza. Le caratteristiche della coda di rospo e del pesce Fanfin sono molto simili, poiché appartengono allo stesso ordine, il Lofiformi.

Questo pesce deve essere preparato per sopravvivere in ambienti con poca luce solare e poche sostanze nutritive. Ci sono resti di pesci che raggiungono i fondali attratti dalla gravità, ma non sono sufficienti per nutrire questi pesci. Grazie alle loro antenne e filamenti, i pesci Fanfin sono in grado di rilevare la morfologia del terreno in quei luoghi più profondi dove non c'è luce.

Per quanto riguarda l'organo bioluminescente, non lo usa per illuminarsi come una torcia, ma lo usa invece come attrazione per la preda. I pesci vedono una luce nell'oscurità e finiscono per guidarsi verso di essa. Quando la preda è abbastanza vicina al pesce Fanfin, sarà in grado di rilevarlo grazie ai suoi filamenti e antenne per attaccarlo e mangiarlo.

Questo modo di vivere molto complesso in cui non ci sono quasi sostanze nutritive, nessuna fotosintesi o plancton ha permesso a questo animale di sviluppare determinate morfologie (come antenne, filamenti e l'organo bioluminescente) per sopravvivere e adattarsi. Vale la pena conoscere e studiare questi pesci poiché la loro rarità potrebbe darci molte informazioni sul modo di vivere laggiù nelle profondità abissali.

Sessualità del pesce fanfin

il pesce fanfi ha un dimorfismo sessuale

La modalità di riproduzione del pesce Fanfin è piuttosto curiosa. Si riproducono per dimorfismo sessuale ed è abbastanza accentuato. Questo significa che il maschio e la femmina sono molto diversi. Come in molte specie di animali, il maschio è di dimensioni notevolmente più piccole della femmina (ad esempio, ciò si verifica negli acari).

Durante lo stadio larvale, maschi e femmine vivono liberi, ma quando raggiunge la maturità, come con la rana pescatrice, i maschi diventano parassiti delle femmine. I maschi diventano un semplice organo di estensione della femmina e la parassitano.

Il motivo per cui questi pesci hanno questa modalità di riproduzione molto caratteristica è perché nelle profondità abissali è molto difficile trovare un compagno. In questo modo, quando un maschio e una femmina si incrociano, il maschio si assicura di non perdere la femmina diventando un parassita come parte del suo corpo.

Questa famiglia di pesci non è così richiesta come la rana pescatrice in gastronomia a causa dei filamenti e delle antenne. Tuttavia, risente anche degli effetti del cambiamento climatico come l'aumento della temperatura dell'acqua o l'acidificazione.

Come puoi vedere, i pesci dei fondali sono molto caratteristici e particolari per le loro complesse condizioni di vita. Inoltre, esistono ancora molte specie di pesci e altri organismi non identificati a causa delle difficoltà che incontra per accedere a luoghi così profondi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.