Spugne di mare

Spugne di mare

Oggi veniamo a commentare una specie diversa dal pesce a cui siamo abituati. Non è un pesce che avremo a che fare, ma spugne di mare. È un animale invertebrato che appartiene al bordo del porifero. Vivono esclusivamente in ambienti acquatici e non presentano alcun tipo di movimento. Come suggerisce il nome, non è altro che una spugna, ma vivo. È tra gli animali più semplici della catena evolutiva, poiché non hanno tessuti autentici.

Vuoi conoscere tutti gli aspetti delle spugne di mare? Se continui a leggere, vedrai quanto sono curiosi questi animali 🙂

caratteristiche principali

Tipi di spugne di mare

Come abbiamo detto prima, le spugne di mare sono animali molto semplici. Questi sono animali che non presentano alcun tipo di simmetria. I loro corpi non hanno una forma definita, sebbene alcune specie mostrino simmetria radiale. La caratteristica più importante ed è quella che dà il nome al bordo porifero è che i corpi sono formati da una serie di pori e canali attraverso i quali passa l'acqua e, in questo modo, si procurano cibo e ossigeno.

Poiché non hanno tessuti specializzati, le spugne di mare hanno un gran numero di cellule totipotenti. Queste cellule sono in grado di diventare qualsiasi tipo di cellula di cui l'animale ha bisogno in un dato momento. Questa capacità rende questi animali molto versatili nell'affrontare varie situazioni. Hanno un grande potere di rigenerazione anche in quelle occasioni in cui è con grandi perdite di massa corporea.

Sebbene la forma tra le spugne di specie diverse possa variare enormemente, hanno tutte una struttura simile. Tutti hanno un foro abbastanza grande nella parte superiore del corpo noto come osculum. È attraverso questo foro che fuoriesce l'acqua che circola all'interno delle spugne. Le pareti del tuo corpo sono piene di pori di diverse dimensioni. È attraverso questi pori che l'acqua entra e si verifica la filtrazione.

Un tipo di cellula unico per le spugne di mare sono i coanociti. Questa cella è specializzata nella filtrazione. La filtrazione è il processo mediante il quale la spugna ottiene il cibo. Le cellule hanno un flagello e diversi microvilli che lo circondano e sono ciò che provoca mini rivoli d'acqua attraverso i quali l'acqua entra nella spugna.

Gamma e habitat

Caratteristiche delle spugne di mare

Nonostante il fatto che le spugne di mare siano animali invertebrati, sono in grado di adattarsi a diverse condizioni. Affrontando situazioni contro animali che sarebbe impossibile battere o sopravvivere, la rende una vera sopravvissuta. Sono in grado di tollerare abbastanza bene la contaminazione dell'acqua da parte degli idrocarburi, metalli o altre sostanze nocive.

Hanno pochi predatori naturali grazie al loro scheletro a spicole e all'elevata tossicità. Ciò significa che la spugna marina si trova praticamente in tutti i mari e gli oceani del mondo. I siti più famosi per il gran numero di spugne catturate nel XX secolo sono probabilmente il Mediterraneo orientale, il Golfo del Messico, i Caraibi ei mari intorno al Giappone.

In termini di habitat, è un animale invertebrato sessile. Ciò significa che vivono fissi sul fondale e non si muovono su di esso. Sono capaci di vivere in grande profondità, sebbene si possano trovare anche in ambienti più superficiali. La stragrande maggioranza di loro preferisce ambienti in cui la luce solare non è troppo potente.

Nutrire le spugne di mare

Relazioni mutualistiche delle spugne di mare

Il cibo principale di questi animali sono le particelle organiche estremamente piccole che si trovano nel mare e che riescono a filtrare attraverso i loro pori. Ma nonostante, possono nutrirsi di plancton e piccoli batteri. Alcune spugne sono in grado di stabilire una simbiosi con batteri o altri organismi unicellulari. Questa relazione fornisce loro vantaggi come l'accesso alla materia organica.

Ci sono alcuni animali sui fondali con i quali potresti avere dei rapporti reciproci. Questo tipo di relazione significa che entrambe le parti vincono con il vantaggio dell'una e dell'altra. Queste relazioni sono costituite da alcuni invertebrati o pesci che utilizzano le spugne di mare come riparo per nascondersi da altri grandi predatori. Alcuni invertebrati possono incastrarsi in essi e aiutarli a muoversi mentre si mimetizzano. Questo è un chiaro esempio di relazione reciproca.

Riproduzione

Riproduzione di spugne di mare

Se sono organismi sessili senza movimento e senza simmetria, come si riproducono? Quindi Possono riprodursi sia asessualmente che sessualmente. Il primo è grazie alle cellule totipotenti che abbiamo visto in precedenza. Li induce a trasformarsi in cellule adatte alla riproduzione. Le due forme usuali di riproduzione asessuata sono per gemmazione. Alcune specie d'acqua dolce possono farlo per gemmazione.

Poiché le spugne mancano di organi specializzati per qualsiasi funzione, mancano anche di organi sessuali. Questo può essere un problema per la riproduzione. Tuttavia, la maggior parte degli individui sono ermafroditi. Hanno bisogno di fertilizzazione incrociata per riprodursi correttamente. Sia lo sperma che le uova si sviluppano dai coanociti. Questi vengono espulsi all'esterno ed è lì che avviene l'unione tra due cellule. Dunque, parliamo di fecondazione esterna.

Lo sviluppo della spugna è indiretto. Dopo il loro sviluppo, passano attraverso gli stadi larvali prima di svilupparsi nell'individuo adulto. Sono noti quattro diversi tipi di larve che dipenderanno dalla specie.

Curiosità sulle spugne di mare

Sebbene non siano considerate, le spugne di mare sintetizzano alcune sostanze tossiche o antibiotiche per tenere lontani i loro predatori. Molte di queste sostanze sono utilizzate nell'industria farmaceutica e vengono utilizzate le proprietà che hanno contro alcune delle malattie più comuni nella nostra società.

È anche noto che hanno avuto un rapporto con l'uomo per la loro utilità come strumento per l'igiene personale. Attualmente, l'acquisto e la vendita di spugne per uso personale è molto controllato a causa dei danni che si verificano nelle loro popolazioni.

Con queste informazioni puoi saperne di più su questi animali primitivi.


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.