pesce angelo

il pesce angelo è molto colorato

Un pesce esotico per la sua bellezza e le sue forme vive nelle acque dei fiumi del Sudamerica. È un pesce che ha una grande varietà di colori ed è molto apprezzato da chi ama gli acquari. Scoperta in Brasile nel 1823 e appartenente alla famiglia dei ciclidi, oggi veniamo a parlare di pesci angelo.

Se vuoi saperne di più sui pesci angelo d'acqua dolce e salata, sulla loro cura, varietà, compatibilità e prezzi, continua a leggere.

Caratteristiche del pesce angelo

il pesce angelo è molto territoriale

I pesci angelo abitano le acque di fiumi come l'Amazzonia e i suoi affluenti. Poiché l'acqua è ricca di grandi quantità di alghe, la morfologia del pesce è adattata per poter nuotare in questi ambienti. È caratterizzato dall'essere sottile e allungato, essendo in grado di muoversi facilmente attraverso la vegetazione senza farsi prendere. Quando nuota, il suo corpo è tenuto all'insù e con le pinne dorsale, pettorale e ventrale si spinge da solo. Poiché queste pinne sono piuttosto grandi, danno al pesce l'aspetto di essere grande e pericoloso prima di altre specie.

Grazie alla sua forma e ai suoi colori, può sopravvivere bene per circa 5-8 anni. In totale misura circa 15 cm di lunghezza. Tra il maschio e la femmina non c'è molta differenza. Le pinne dorsale e anale sono grandi e formano un triangolo nell'aspetto generale del pesce. Anche la pinna caudale è grande e gli addominali sono diventati due lunghi raggi fino a 8 cm.

Riproduzione di pesci angelo

uova di pesce angelo

Questo animale ha comportamenti piuttosto complessi quando si tratta di riprodursi. È un animale abbastanza territoriale quindi è molto dedito alla cura degli avannotti, soprattutto quando sono nella fase iniziale dell'allevamento. Sono generalmente monogami, anche se è stato registrato che ogni pochi cicli di accoppiamento, i maschi cambiano partner.

Le femmine scegli i loro maschi in base all'aggressività e quelli che sembrano avere più esperienza riproduttiva. Quelli che sono più aggressivi sono quelli che hanno le migliori possibilità di accoppiarsi, mentre i sottomessi vengono respinti. Questo ha una spiegazione e risiede nel fatto che, normalmente, i maschi più aggressivi difendono meglio i loro piccoli. Ci sono studi che determinano un maggior numero di larve che sopravvivono grazie al fatto che il maschio è più aggressivo con il resto del pesce.

Per deporre le uova, le femmine li mette su piante o rocce, poiché questi presentano la particolarità di essere adesivi. Per depositare le uova prima della deposizione delle uova, pulisci la superficie della pianta o della roccia dove le deporranno. Quando avviene la deposizione delle uova, il maschio utilizza un condotto attraverso il quale espelle lo sperma che è appuntito e leggermente inclinato in avanti. La femmina ha un ovidotto leggermente più lungo, spesso e arrotondato, inclinato all'indietro. Possono depositare tra 150 e 350 uova.

Pesce angelo in acquario

il pesce angelo richiede condizioni adeguate

Per la sua bellezza, forma e colori, il pesce angelo è molto richiesto da chi ama gli acquari. I pesci angelo vivono nelle acque calde del Sud America, quindi la temperatura dell'acquario deve essere mantenuta intorno ai 25 ° C. L'acquario deve essere abbastanza profondo, dal momento che ai pesci angelo piace nuotare verticalmente.

A differenza di quanto si può pesare sul territorialismo del pesce angelo, è molto socievole con altre specie, quindi possiamo condividere l'acquario con altri pesci d'acqua calda. Sì dobbiamo stare attenti con quei pesci che introduciamo nell'acquario che sono piccoli, poiché i pesci angelo sono onnivori e potrebbero prenderli come cibo.

Per quanto riguarda il cibo, offre molto conforto poter utilizzare cibo secco. Gli alimenti vivi producono una migliore deposizione delle uova nei pesci angelo, quindi si consiglia l'uso di pulci d'acqua vive.

Se vogliamo riprodurre il pesce angelo in acquario, dobbiamo generare condizioni migliori nel nostro acquario. Una volta avvenuta la deposizione delle uova, la coppia di avannotti dovrebbe essere separata durante la prima settimana di vita. Per prenderci cura degli avannotti, dobbiamo trasferirli in un acquario, ma conservare la stessa acqua con cui sono nati, in cui metteremo un po' di gocce di blu di metilene che impedisce la diffusione dei funghi.

Pesce angelo di acqua salata

pesce angelo di acqua salata

I pesci angelo d'acqua salata sono altrettanto appariscenti e colorati dei pesci angelo d'acqua dolce. Questi pesci hanno spine solide sui loro preopercoli che si trovano nella parte inferiore di entrambi i coperchi branchiali.

Appartengono alla famiglia Pomacantidi. A causa delle loro spine è molto normale che rimangano agganciati alle reti per pesci d'acquario. Per evitare questo, quando vieni scoperto, devi guida in un contenitore di plastica trasparente e sollevarlo per rimuoverlo dall'acquario.

Generalmente, i pesci angelo di acqua salata abitano le scogliere tropicali poco profonde dell'Oceano Atlantico, Indiano e Pacifico occidentale. Hanno una dimensione compresa tra 8 e 10 cm e alcune specie possono essere ben tenute negli acquari con una capacità di 5,7 litri di acqua. Normalmente si adattano molto bene alla vita dell'acquario e accettano vari tipi di cibo congelato.

Per godere appieno del tuo pesce angelo d'acqua salata, l'acquario deve avere:

  • Acqua di qualità della barriera corallina e movimento forte
  • Rocce vive e grotte
  • Coralli resistenti
  • Un efficiente raccoglitore di proteine
  • Un mix di acqua salata di qualità adatto alle barriere coralline
  • Un programma di cambi parziali periodici dell'acqua
  • Un attento regime alimentare

Pesce angelo imperatore

pesce angelo imperatore

Il pesce angelo imperatore è una specie solitaria che si adatta bene agli acquari. Se le condizioni in cui vivono sono buone, possono raggiungere anche i dieci anni di età. Può essere mantenuto sia da solo che in coppia, fin da quando raggiunge la maturità diventa intransigente con il resto del pesce.

I pesci angelo presentano la particolarità di sembrare avere un cambiamento totale nella loro colorazione, che in un primo momento ha causato la catalogazione di molte specie di questo genere con due nomi, uno relativo alla loro fase giovanile e l'altro alla loro fase adulta. Durante la fase giovanile presenta una colorazione blu navy e nera con cerchi bianchi e blu navy di diverse dimensioni. Tuttavia, quando raggiunge l'età adulta si presenta una colorazione blu con sottili linee gialle diagonali. Il viraggio avviene gradualmente quando gli animali raggiungono una taglia di 8 cm.

La dimensione ideale dell'acquario è di circa due metri di lunghezza e una profondità di 50 cm o più. Circa 300 litri di acqua e se vuoi tenerne una coppia, dovrebbero essere circa 500 litri. L'acqua deve avere un pH compreso tra 8,1 e 8,3 e una salinità compresa tra 1.022 e 1.024 Kh. Temperature simili a quelle riscontrate sui reef, tra i 24 e i 26°C.

Pesce angelo regina

Pesce angelo regina

Anche questo pesce appartiene alla famiglia Pomacantidi. Abita le barriere coralline a profondità di tra 1 e 70 metri. Ha una testa di forma triangolare e un corpo di forma rettangolare. Ha un totale di 14 spine dure e da 19 a 21 raggi molli e una colorazione divisa in: la bocca è gialla o arancione, la parte posteriore della testa ha una striscia quasi nera, la parte inferiore è giallo-arancio e il resto del corpo di colore blu-verdastro.

Per quanto riguarda le condizioni che devono avere in acquario abbiamo:

  • Temperature di 25-30 ° C
  • pH 8,2-8,4
  • Salinità 1.023-1.027
  • Acquario da 500 litri
  • Alimenti a base di surgelati, granulati, fiocchi, gamberetti ecc. anche se a lungo termine dovremo fornire spugne che sono alla base della vostra dieta.

Deve essere preso in considerazione quando lo si ha nell'acquario che è aggressivo con la sua stessa specie o quelli che hanno somiglianze corporee.

Pesce angelo fiamma

pesce angelo fiamma

Anche questo pesce appartiene alla famiglia Pomacantidi. È noto come pesce angelo fiamma o pesce angelo fiamma per essere for uno dei più suggestivi. La sua colorazione è rosso intenso e presenta linee nere verticali con un bordo blu elettrico sul retro dei suoi avvisi dorsali e anali.

Per quanto riguarda le condizioni che devono essere tenute in acquario per condizioni ottimali, abbiamo:

  • Salinità di 1.023
  • Temperature comprese tra 24 e 28°C
  • Surgelati e alcuni integratori vegetali

Alcuni problemi che il pesce angelo lama può presentare sono adattamento con il resto dei pesci d'acquario. Se questi pesci iniziano a stressarsi, inizieranno a comparire parassiti come la macchia bianca marina. Per evitare ciò, dobbiamo mettere abbastanza roccia viva nell'acquario in modo che si trovi al sicuro e abbia un terreno da beccare e nascondersi.

Infine, i prezzi di tutte le varietà di pesci angelo variano. tra 35 e 400 euro. Ogni prezzo dipenderà dall'età, dalla qualità, dal colore, dalla bellezza, ecc.

Con queste informazioni puoi mantenere i tuoi pesci sani e avere il tuo acquario con un colore come mai visto prima. Devi solo seguire bene le condizioni in modo che il pesce sia il più a suo agio possibile e non abbia problemi con il resto dei pesci nell'acquario.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Wilmer suddetto

    Ciao:
    Ho una coppia di pesci angelo nel mio acquario (solo due), marmo nero, da un po' di tempo noto molta aggressività tra loro, avete idea del perché questo comportamento?

  2.   EDMUND suddetto

    Ottimo wilmer, se il pesce angelo è un po' aggressivo anche quando può condividere un acquario ma magari i tuoi pesci sono maschi, ti consiglio entrambi e scopri come distinguerli, saluti