Termometro per acquario

I termometri sono essenziali per gli acquari

Un termometro per acquari è uno strumento di base che aiuta a mantenere completamente sotto controllo la temperatura dell'acquario. Quindi possiamo sapere a prima vista se l'acqua non è tutta calda, o tutta fredda, che dovrebbe essere, cosa molto importante se vogliamo mantenere i nostri pesci sani e senza stress.

Tuttavia, potremmo avere molte domande a riguardo: quale tipo è il migliore? Cosa deve essere preso in considerazione durante il montaggio? In quali casi è obbligatorio avere un termometro per acquario? Risponderemo a queste domande di seguito. Inoltre, ti consigliamo anche di leggere questo articolo correlato su la temperatura ideale per i pesci tropicali d'acqua dolce.

I migliori termometri per acquari

È conveniente avere un termometro in un acquario?

Due gamberi in un acquario

Un termometro per acquario è sempre una buona idea, e non solo nei casi di acquari tropicali, che necessitano di una temperatura più alta, ma in tutti i tipi di acquari. Il termometro, Consentendo di monitorare la temperatura dell'acqua, aiuta a vedere se la temperatura sta cambiando in diversi momenti della giornata, o anche per identificare possibili problemi con la temperatura dell'acqua che devi risolvere affinché i tuoi pesci e le tue piante abbiano sempre una buona salute.

Ed è che l'ecosistema di un acquario è una cosa molto delicata, che ha bisogno di una temperatura stabile in modo che tutto non vada all'inferno. Gli sbalzi di temperatura, ad esempio, possono far ammalare i tuoi pesci, poiché qualsiasi cambiamento nell'acqua è per loro una delle principali fonti di stress. Ecco perché è fondamentale disporre di questo strumento, per poter controllare i dati più volte al giorno (soprattutto se hai cambiato l'acqua nel serbatoio o dopo aver mangiato), in modo che in qualsiasi momento tu possa conoscere la sua situazione.

Tipi di termometro per acquari

Tra i termometri per acquari ci sono diverse opzioni, ognuno con i suoi pro e contro, come vedremo di seguito:

interno

Termometri da interno, come suggerisce il nome, sono posti all'interno dell'acquario, permettendo una lettura molto accurata dell'acqua. Inoltre, se hai un acquario molto grande, puoi usarne diversi alla volta per assicurarti che tutta l'acqua abbia la stessa temperatura. Tendono ad essere abbastanza economici e ne esistono di diversi tipi in modo che possiate scegliere quello più adatto alle vostre esigenze e a quelle del vostro acquario, ad esempio con una ventosa, con dei pesi in modo che affondino, galleggino...

Tuttavia, hanno alcuni inconvenienti, come il loro fragilità se sono di vetro, quindi non sono adatti ad acquari con pesci di grandi dimensioni, o alla difficoltà di lettura della temperatura in quanto non sono necessariamente incollati al vetro dell'acquario.

LCD

Lo schermo LCD è il modo in cui questi tipi di termometri mostrano la temperatura, detto anche digitale. Oltre allo schermo, che esce dall'acquario, prendono la temperatura con una presa che si trova all'interno dell'acqua, che è uno dei modi più efficienti che troveremo per vedere la temperatura a cui si trova l'acqua.

Inoltre, di solito lo schermo è abbastanza grande e ci permette di vedere i numeri con un semplice colpo d'occhio, con quello che apportano un plus di comfort.

Digitale

I termometri digitali sono senza dubbio il più efficiente quando si tratta di controllare la temperatura dell'acqua nel nostro acquario. La maggior parte sono costituiti da un display che mostra la temperatura, che è posto all'esterno dell'acquario, e un sensore che è posto all'interno (ecco perché sono così efficienti nel misurare la temperatura, poiché non sono influenzati dalla temperatura esterna). Un'altra opzione molto interessante che incorporano alcuni modelli è un allarme che avverte se la temperatura dell'acqua aumenta o scende troppo.

L'unico ma è quello sono i più costosi dall'elenco e che alcuni hanno un cavo del sensore un po' corto, quindi è consigliabile esaminare attentamente le specifiche prima di acquistarli.

Di Cristal

Il più classico dei classici: i termometri in vetro consentono di misurare la temperatura dell'acqua alla vecchia maniera. Di solito incorporano una ventosa o hanno la forma di un bastoncino per appenderli al vetro e mantenere la loro forma verticale, il che rende più facile vedere la temperatura. Inoltre, sono molto economici.

Tuttavia, hanno un grande svantaggio, la loro fragilità, quindi non sono un'opzione consigliata per acquari con pesci grandi o nervosi. D'altra parte, tendono ad avere cifre molto piccole, che possono essere un po' difficili da leggere.

con ventosa

Le ventose sono una delle Principali metodi per mantenere i termometri per acquari in posizione verticale. Tendono ad essere modelli molto economici realizzati in vetro, plastica o anche costituiti da una semplice striscia.

Sebbene pratico ed ecologico, le ventose hanno un inconveniente abbastanza evidente, e cioè che cadono frequentemente, che può essere una seccatura se dobbiamo controllare la temperatura in diversi momenti della giornata.

sticker

Termometri con adesivo Solitamente sono delle semplici strisce adesive su cui è segnata la temperatura dell'acqua, ma che vengono poste all'esterno. Come abbiamo detto prima nel caso dei termometri LCD, sono molto economici, ma, tuttavia, sono poco affidabili e bisogna stare attenti se li mettiamo al sole, perché potrebbero non dare la temperatura esatta alla quale l'acqua è .

Infine, un altro vantaggio è in relazione al funzionamento di questi termometri, poiché sono costituiti da grandi figure che cambiano colore al variare della temperatura dell'acquario (un po' come gli anelli dell'umore). Avendo cifre grandi, sono facili da leggere.

Scaldabagno con termometro integrato

Infine, uno dei prodotti più interessanti che troveremo nel mondo dei termometri per acquari sono i riscaldatori con termometro incorporato, che ci permettono di prendere due piccioni con una fava: riscaldare l'acqua (cosa fondamentale negli acquari con pesci tropicali) e misurare la temperatura in modo che sia sempre come tocca.

Un inconveniente che presentano, però, è che il termometro potrebbe non rilevare alcun malfunzionamento del riscaldatore, in quanto, essendo lo stesso prodotto, se ha un guasto può interessare sia il riscaldatore che il termometro.

In quali casi è obbligatorio avere un termometro in acquario?

Pesci che nuotano vicino alla ghiaia

Lo abbiamo già commentato in precedenza avere un termometro nel nostro acquario è quasi obbligatorio, ma diventa del tutto sensata nei seguenti casi:

  • Durante i acquari tropicali, dovendo scaldare l'acqua e mantenerla tra i 22 ei 28 gradi, un termometro è d'obbligo. Alcuni modelli hanno anche questo intervallo di temperatura ombreggiato, quindi puoi vedere ad occhio nudo se la temperatura è corretta o meno.
  • Al cambia l'acqua dell'acquario Un termometro è anche uno strumento essenziale, in quanto può avvisarci di possibili fluttuazioni nell'acqua nuova. I pesci sono terribilmente sensibili ai cambiamenti di temperatura che l'acqua può avere, a cui sono più inclini quando effettuano il cambio d'acqua.
  • Infine, anche un termometro fa miracoli per dirti se lo scaldabagno ha subito qualche guasto che potresti non aver notato. Ecco perché abbiamo indicato che è una buona idea avere un riscaldatore e un termometro separati, così avrai la certezza che i due funzionino in modo indipendente.

Come posizionare correttamente un termometro nell'acquario in modo che sia affidabile

Un termometro galleggiante

La risposta a questa sezione dipenderà molto dal tipo di termometro che stiamo usando, poiché ognuno ha un'operazione diversa. Ad esempio:

  • I i termometri adesivi sono abituati ad essere posizionati all'esterno dell'acquarioPer questo motivo è necessario prestare particolare attenzione a non esporli direttamente al sole o vicino a fonti di calore o aria fredda (come riscaldamento o aria condizionata).
  • Allo stesso modo, questi termometri sono meno preciso in acquari di grandi dimensioni, poiché avere pareti più spesse potrebbe non indicare la corretta temperatura dell'acqua.
  • I I termometri per interni devono essere sempre posizionati sopra la ghiaia dal fondo del serbatoio per poter vedere chiaramente (e correttamente, ovviamente) la lettura.
  • Nel caso di a termometro galleggiante, deve essere tenuto immerso in modo che possa fornire una corretta lettura della temperatura.
  • Se vuoi assicurarti che il termometro a ventosa non si stacchi, o se hai pesci paffuti che possono spostarlo facilmente, aggiungi una seconda ventosa per fissarlo.
  • Cerca sempre che il termometro, qualunque sia il suo tipo, stai sempre lontano dallo scaldabagno dell'acquario, poiché questo può influenzare anche la temperatura che registra.
  • In acquari molto grandi, puoi avere diversi termometri sparsi intorno al luogo per mantenere la temperatura al livello ideale e prevenire il verificarsi di fluttuazioni.
  • Un altro vantaggio di avere due termometri nello stesso acquario è che ti permette di vedere se uno dei due fallisce e c'è stato un cambiamento di temperatura nell'acqua.
  • Infine, è importante che metti il ​​termometro in un luogo che non disturbi il pesce ma allo stesso tempo permette di fare una lettura con un solo sguardo.

Non dimenticare dai un'occhiata alle istruzioni del tuo termometro per garantire il miglior modo di utilizzarlo e sfruttarlo al meglio, poiché ogni modello è diverso dall'altro.

Cosa succede se il termometro dell'acquario si rompe?

Tanti pesci rossi in un acquario

Prima, le nostre nonne ci misuravano la temperatura con termometri molto carini, riempiti con un liquido argenteo molto bello ma estremamente velenoso, il mercurio. Sebbene attualmente sia raro o addirittura vietato utilizzare il mercurio nella produzione di termometri, potrebbe essere il metodo usuale in modelli particolarmente vecchi, quindi è importante assicurarsi che il termometro che si intende utilizzare non sia realizzato con questo materialeAltrimenti, se si rompe, potrebbe avvelenare il pesce e contaminare l'acqua.

Per fortuna, i termometri moderni non sono fatti con il mercurio, ma con altri elementi che consentono anche una lettura affidabile della temperatura, come l'alcol tinto di rosso. Nel caso in cui uno di questi termometri si rompa, fortunatamente il tuo pesce non sarà in pericolo di vita, poiché l'alcol è innocuo.

Pesci che nuotano in controluce in un acquario

Un termometro per acquario è un must se vogliamo che la temperatura del nostro acquario non oscilli. e i nostri pesci sono sani e felici. Inoltre ne esistono talmente tante tipologie che difficilmente ne troveremo una che non si adatti alle nostre esigenze e a quelle del nostro pesce. Raccontaci, hai provato qualcuno di questi tipi di termometro? Quale preferisce? Pensi che abbiamo lasciato qualche consiglio da dare?

Fonti gli animali domesticiAcquariadise


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)